Le Spade di Conan

Nonostante il primo film di Conan il Barbaro sia del 1982, le spade con licenza di Conan il Barbaro sono le spade fantastiche più vendute assieme a quelle del Signore degli Anelli. La collezione ufficiale di Conan include la Spada Valeria, la Spada di Atlante e la Spada del Maestro (la spada del padre di Conan), oltre a vari accessori originali del film Conan il Barbaro.

884017 c cut 1024x908 - Le Spade di Conan

Il primo progetto per un film su Conan fu sviluppato da Edward Summer, che originariamente pensò di realizzare sei storie come parte di una serie, ma alla fine il progetto non fu eseguito. Creò anche una sceneggiatura, assieme a Roy Thomas, ma neanche in quest’ occasione venne creato il film. Solo in seguito, nel 1982, fu possibile creare Conan il Barbaro grazie alla creazione di Oliver Stone, le idee di John Milius e le nuove storie create dai successori di Howard, come Lin Carter e L.S. de Camp. Il protagonista di questo film fu Arnold Schwarzenegger, che protagonizzò anche la seconda parte, diretta da Richard Fleischer, Conan il Distruttore.

conan arnold - Le Spade di Conan

Conan il Barbaro è un personaggio di finzione creato nel 1932, e da allora è stato protagonista di libri, fumetti, storie, serie, film, videigiochi, giochi di ruolo e da tavolo ecc…Nel 2007 si cominciò a considerare l’ idea di girare un altro film, senza pero Arnold Schwarzenegger come protagonista.

1 - Le Spade di Conan

Agli inizi del 2008, venne confermato il ruolo di protagonista a Jason Momoa per il terzo film.

jason momoa2 - Le Spade di Conan
Jason Momoa protagonista dell’ ultimo film Conan il Barbaro

LE SPADE DI CONAN IL BARBARO

VEDI PIU DI CONAN

VEDERE ALTRE SPADE DEI FILM

Equipaggiamento dell’ oplita spartano

L’ oplita spartano era il cittadino-soldato dell’ Antica Grecia, ed era considerato la fanteria pesante dell’ epoca. Prende il nome dalle armi e armatura che utilizzava, che includevano lo scudo “aspis”, la lancia, una spada corta e schinieri di bronzo per le gambe.

Casco espartano latonado 430x450 - Equipaggiamento dell' oplita spartano

Gli opliti più agiati avevano schiavi che si occupavano del mantenimento e trasporto delle armi, che potevano arrivare a pesare anche 35 kg. Anche gli schiavi erano in grado di maneggiare le armi, e spesso partecipavano alla battglia assieme ai loro padroni.

Casco espartano - Equipaggiamento dell' oplita spartano

Ogni oplita aveva la sua armatura, fatta su misura, con alcune piccole differenze come per esempio il simbolo della propria famiglia sullo scudo, mentre le armi erano la lancia, l’ elmo e lo scudo.

Imagen 42 - Equipaggiamento dell' oplita spartano

La Lancia (Dory) era lunga più di 2 metri ed era composta da tre pezzi: asta, punta e tallone.

L’ asta è la parte più lunga e normalmente era in legno di frassino o di qualche altro legno leggero, ricoperta con una stoffa per permettere una presa più salda.

Punta Di Lancia Del Soldato Greco Hoplita - Equipaggiamento dell' oplita spartano

La punta a forma di foglia era di ferro, di circa 10 cm. Se non si rompeva con la battaglia, veniva riparata e tappata per evitare che si ossidasse. Il ferro venne successivamente rimpiazzato da materiali meno pesanti.

Il sauroter, la parte terminale che si appoggiava a terra, serviva sia per controbilanciare la punta, che per dare il colpo di grazia ai nemici senza dover per forza girare l’ arma.

Gli opliti impugnavano la lancia con la sola mano destra, per attaccare le parti meno protette della formazione nemica

Lo scudo era fondamentale nei combattimenti. Nella formazione spartana, la parte destra di un guerriero era protetta dal suo scudo, mentre la parte sinistra era difesa dallo scudo del soldato alla sua sinistra. I materiali con cui era creato erano legno e bronzo, e veniva decorato con motivi religiosi o mitologici, come per esempio il famoso toro Gorgona, simbolo protettore della falange. Solo in seguito venne adottata la lambda, a identificare la città di Sparta.

Imagen 6 - Equipaggiamento dell' oplita spartano

L’ elmo è la parte dell’ armatura che ha subito più modifiche, sempre con l’ intenzione di migliorare la protezione fornita all’ esercito più temuto dell’ epoca. La sua prima forma aveva protezioni per naso e orecchie, ma questi dettagli facevano si che risultasse più difficile per i soldati sentire bene gli ordini o avere una buona visione periferica senza muovere la testa. Questo dato conferma il fatto che gli opliti erano addestrati a combattere in formazione, solo vedevano davanti a sè, mentre i fianchi erano difesi dai propri compagni.

Lo spessore dipendeva dalla parte da proteggere, quindi quanto più esposta la zona, maggiore lo spessore. L’ interno del casco era imbottito per ammortizzare i colpi, mentre la cresta faceva si che il guerriero apparisse più alto.

Imagen 5 - Equipaggiamento dell' oplita spartano

La corazza era un altro elemento imprescindibile per un olpita; forgiato in bronzo su misura per ogni soldato, pesava circa 15 kg e ne imitava la muscolatura; a causa del suo peso e della poca mobilità che offriva, questo tipo di corazza fu sostituito dal altre più leggere (Linothoorax), create con lino e cuoio, e, per i più facoltosi, si potevano aggiungere placche di bronzo. In quell’ epoca era lo Stato che pagava le armature ai suoi soldati, ma per  ottenere i pezzi migliori bisognava pagare  grandi quantità di denaro, quindi le armature migliori erano a disposizione solo degli ufficiali e dei veterani.

Spartan Musculada Armatura - Equipaggiamento dell' oplita spartano

Non bisogna dimenticare che gli opliti utilizzavano anche una spada corta a doppio taglio, quando la lancia diventana inservibile. La lama di questa spada (Xiphos) non era certo impressionante in quanto a lunghezza o disegno, tuttavia poteva parare il colpo portato da una spada simile. Era ben affilata, e in mano ad un guerriero coraggioso e capace, poteva assolvere degnamente al suo scopo.

Spartan Spada Film 300 - Equipaggiamento dell' oplita spartano

Gli schinieri servivano per proteggere una parte del corpo del soldato piuttosto a rischio con poco muscolo, come la tibia. Tuttavia, a causa della rigidezza del bronzo all’ altezza del ginocchio, erano piuttosto scomode, e ciò rendeva più difficili le corse o i salti.

Grabas espartanas - Equipaggiamento dell' oplita spartano

Per completare l’ equipaggiamento non rimane che aggiungere il mantello (Chlamys), che sebbene inizialmente fosse usato per ripararsi, si trasformò nel tempo in un elemento distintivo degli opliti.

ESPADA ESPARTANA LATEX 432x450 - Equipaggiamento dell' oplita spartano

Tutte le informazioni di cui disponiamo sugli opliti spartani provengono da scrittori ellenici di diverse regioni e da alcune testimonianze scritte. Raccontano di come questi guerrieri fossero temuti non tanto per le armi a loro disposizione, bensì per la loro forma di combattere e di organizzarsi in battaglia; sapersi disporre in una formazione compatta, marciare in colonna,  dispiegarsi in linea o andare a rinforzare le parti più minacciate da un attacco intenso erano cose più importanti che il semplice maneggio delle armi.

Colgante lucha espartanos - Equipaggiamento dell' oplita spartano

VEDERE ALTRE SPADE SPARTANE

VEDERE ALTRI SCUDI SPARTANI

VEDERE ALTRI ELMI SPARTANI

VEDI PIÚ DI SPARTANI

Spade de “Il Signore degli Anelli”

Sin dalla pubblicazione del libro, l’ interesse per le spade di questo racconto fantastico non ha fatto che crescere. Grazie al loro disegno innovatore, queste armi apportano tutta la fantasia richiesta da questo mitico film campione d’ incassi sotto ogni punto di vista.

Espada Elfica Señor Anillos - Spade de "Il Signore degli Anelli"

La storia si svolge durante la Terza Era nella Terra di Mezzo,un luogo fantastico abitato da uomini e altre razze come gli Hobbit, gli Elfi o i Nani. Viene raccontato il viaggio del protagonista, l’ Hobbit Frodo Baggins, per distruggere l’ Unico Anello e della guerra che viene scatenata dall’ Oscuro Signore Sauron per riappropriarsi di quel piccolo oggetto.

COLTELLI DI LEGOLAS

Figlio di Thranduil, re degli elfi di Bosco Atro. Si mise in viaggio verso Granburrone per consegnare un messaggio di suo padre: Gollum, la creatura che era stata consegnata loro da Gandalf per essere sorvegliata, era riuscita a scappare. Prese parte al Consiglio di Elrond, formando poi parte della Compagnia dell’ Anello. Legolas era un elfo alto, bello e con gli occhi grigi e brillanti, sempre vestito di marrone e verde, oltre ad essere uno dei migliori arcieri dotato di una vista prodigiosa che gli permetteva di vedere molto lontano, ben superiore alla vista dei mortali e perfino di alcuni suoi simili. I suoi passi erano rapidi e leggeri. Non aveva bisogno di dormire, gli bastava riposarsi con gli occhi semichiusi mentre lasciava vagare il suo pensiero. Nel combattimento aveva sempre con se un arco e un coltello bianco, sebbene nel film facciano la loro apparizione due daghe elfiche, dispensatrici di morte per gli Orchi e gli altri suoi nemici.

Cuchillos legolas 607x358 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

ANDURIL

Anduri è la spada impugnata da Aragorn nel film “Il Signore degli Anelli”. Venne predetto che Narsil non sarebbe stata riforgiata fino alla ricomparsa dell’ Unico Anello, cosa che si sperava non accadesse mai. Mille anni più tardi, Faramir e Boromur fecero un sogno nel quale ricevettero un messaggio: con la ricomparsa del “Flagello d’ Isildur” la spada che fu rotta sarebbe stata riforgiata e il “senza corona” sarebbe diventato re. Boromir trovò la risposta a questo enigma a Granburrone.

Li, alla fine della Terza Era, “Narsil” venne riforgiata e data ad Aragorn, ricevendo un nuovo nome: “Anduril”, parola Sindarin che si può tradurre con “Fiamma dell’ Occidente”. Durante la guerra contro Sauron Aragorn brandì la spada che fu rotta e che ora, con la ricomparsa dell’ Anello, era stata riforgiata per vincere di nuovo l’ Oscurità

Espada Anduril 610x356 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

GLAMDRING

Glamdring è la spada forgiata dagli elfi per il re Turgon di Gondolin, uno degli Alti Re dei Noldor. Era la spada gemella di Orcrist, che scomparve con la caduta di Gondolin, alla fine della Prima Era, per poi essere ritrovata da Gandalf, Bilbo e la Compagnia dell’ Anello in una caverna dei Trolls, nella Terza Era della Terra di Mezzo. Assieme a lei venne trovata anche una spada corta (per un Hobbit almeno; sarebbe più proprio considerarla un pugnale), anch’ essa di origini elfiche, che venne donata a Bilbo da Gandalf, e le venne dato il nome Pungolo. In Sindarin, “Glamdring” significa “Battinemici”, mentre dagli Orchi era semplicemente conosciuta come “Martello”.

Espada Glamdring 610x355 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

NARSIL

Secondo la tradizione, questa lama fu forgiata dal fabbro nano Telchar, a Nogrod, una delle città dei nani dei Monti Azzurri nella Terra di Mezzo, durante la Prima Era. Verso la fine della Seconda Era, Narsil fu impugnata da Elendil, Alto Re di Arnor e Gondor dopo la caduta di Numenor, durante la Guerra dell’ Ultima Alleanza contro gli eserciti di Sauron. Nella battaglia finale ai piedi del Monte Fato, dopo la morte di Gil-galad (ultimo re supremo dei Noldor) per mano di Sauron, Elendil si scagliò furioso contro Sauron, tuttavia venne ucciso e la spada si spezzò sotto il suo corpo. Isildur, figlio di Elendil, sconfisse Sauron tagliandogli il dito che portava l’ anello usando la lama spezzata di Narsil.

I frammenti di Narsil vennero portati al Nord assieme all’ anello, tuttavia Isildur cadde in un’ imboscata tesa dagli Orchi ai Campi Iridati. L’ Anello venne perso nel grande fiume Anduin, ma i frammenti vennero comunque portati a Gran Burrone da Ohtar, scudiero di Isildur e uno dei tre sopravvissuti all’ imboscata. Da quel momento i frammenti di Narsil diventarono eredità del Regno di Arnor.

Espada Narsil 610x359 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

PUNGOLO

Pungolo è l’ arma che fu data a Frodo, protagonista della storia, figlio di Drogo baggins e Primula Brandibuck. Con la morte dei genitori, venne adottato da suo zio Bilbo, che lo nominò suo erede, cosa che fece si che potesse entrare in possesso dell’ Anello.

Espada Sting 610x355 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

STRIDER

La spada utilizzata da Aragorn prima che gli fosse consegnata Anduril. Aragorn, o Grampasso (Strider in inglese), era il capitano dei Dunedain del nord, secondo con quel nome, figlio di Arathorn II e sua moglie Gilraen. Conosciuto come Thorongil ( l’ Aquila della Stella) a Rohan e a Gondor nei giorni di Thengel ed Ecthelion II, chiamato Estel (Speranza) a Granburrone  nei giorni della sua gioventù, Capitano dei Popoli Liberi durante la Guerra dell’ Anello e in seguito Re del Regno Unificat di Arnor e Gondor con il nome di re Elessar Telcontar.

Espada Strider 607x357 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

SPADA DEL RE STREGONE

Spada utilizzata dal Re Stregone ne “Il Signore degli Anelli”, leader dei nove Spettri, gli immortali servitori di Sauron. Molto tempo fa, essi erano re degli Uomini, a cui vennero donati nove anelli minori e che vennero corrotti con l’ Unico Anello. Sono anche chiamati Cavalieri Neri o Nazgul, possono percepire la vicinanza dell’ anello e vedere chiaramente il portatore quando lo indossa. La spada del Re Stregone fu forgiata dai fabbri della Terra di Mordor per ordine di Sauron, l’ Oscuro Signore.

Espada Witchking 609x357 custom - Spade de "Il Signore degli Anelli"

SPADA DI ARWEN

La spada di Arwen si chiama “Hadhafang”, che significa “Massacra-folla”. Appartenne alla principessa elfica Idril, sposa di Tuor, che ebbe un figlio, Earendil, padre di Elron che a sua volta era il padre di Arwen. Prima della nascita di Arwen, Elrond brandì Hadhafang alla fine della Seconda Era della Terra di Mezzo, durante l’ Ultima Alleanza tra Elfi e Uomini nella battaglia contro Sauron. Molto più tardi, sua figlia Arwen usò quella stessa spada per aiutare Frodo nella fuga dagli Spettri dell’ Anello.

Sable arwen - Spade de "Il Signore degli Anelli"

VEDERE ALTRE SPADE DE “IL SIGNORE DEGLI ANELLI” 

VEDERE TEMA DI IL SIGNORE DEGLI ANELLI E LO HOBBIT

VEDERE ALTRE SPADE FANTASTICHE