La balestra medievale

La balestra è un’arma del X secolo, che perfezionò l’arco e la freccia. Il primitivo arco di legno fu sostituito da un potente arco metallico formato da una o varie parti metalliche unite, chiamato “arbalesta”.

BALLESTA MEDIOEVO - La balestra medievale

La corda vegetale o di intestino intrecciato fu rimpiazzata da un fil di ferro e alla fine da fibre sintetiche nella versione sportiva attuale. La prima freccia di fibra vegetale fu sostituita da una saetta corta e metallica, capace di perforare le corazze. La stessa è prodotta in carbonio ai giorni d’oggi. Gli si aggiunse una rotaia in forma perpendicolare al centro dell’arco, dove si metteva la freccia e dove si azionava velocemente la corda o il fil di ferro.

ballestas lope - La balestra medievaleSi arrivava a flettere l’arco metallico oltre la sua potente resistenza con diverse manovre; le prime consistettero nell’appoggiare l’arco per terra e tendere il fil di ferro con entrambe le mani o il piede fino ad agganciarlo ad un gancio. Più tardi si montarono meccanismi diversi sulla rotaia centrale. Quello che ebbe più importanza e fu il più usato era quello che tendeva la corda con una manovella. Il fil di ferro, molto teso ed agganciato quando carico, si azionava con un grilletto.

BALLESTA MEDIEVAL - La balestra medievale

La sua potenza arrivò ad essere considerabile nella versione più avanzata, con pale di metallo (il proiettile metallico arrivava a perforare una cotta di maglia da 350m.). Senza dubbio, già nelle versioni più antiche e meno potenti furono armi normalmente usate. Il motivo era pechè erano armi facili da usare e facili da maneggiare (basicamente si mira e si preme il grilletto) in comparazione con l’arco, e permetteva di istruire un balestriere in molto meno tempo che un arciere. Per esempio, il famoso arco gallo, utilizzato ocn gran efficacia dagli inglesi nella Guerra dei Cent’Anni, era capace di perforare armature da cavaiere o scoccare una freccia a 300m, però la tensione necessaria era di 75Kg. Un buon arciere aveva bisogno letteralmente di anni per la sua istruzione.

BALLESTA MEDIEVAL - La balestra medievale

La balestra si poteva usare stesi per terra, a piedi o a cavallo, e non aveva bisogno di troppa precisione per fare breccia. La sua lentezza di ricarica era il suo gran svantaggio: mentre il balestriere sparava una freccia al minuto, l’arciere sparava dieci frecce nello stesso lasso di tempo con un arco da 1,80m a quasi 300m di distanza.

ballesta diana y flechas para ninos 55 cms - La balestra medievale

Esistette una versione a ripetizione inventata nell’antica Cina, meno potente, però capace di realizzare diverse scoccate di seguito prima di ricaricare. E molto prima del Medioevo, gli antichi greci avevano già inventato una versione primitiva chiamata “arco da ventre”, perchè per endere la corda si spingeva il meccanismo appoggiandosi sul proprio ventre e caricando il peso del proprio corpo.

Imagen 1 - La balestra medievale

La balestra fu l’anticipazione delle armi da fuoco. Come in quest’ultime, la balestra si azionava con un grilletto e si mirava avvicinando l’occhio all’estremità della rotaia per allineare il colpo al bersaglio. La sua efficacia di colpo dalla distanza fu superata solo dalla polvere da sparo. I soldati che usavano quest’arma venivano chiamati “balestrieri”.

VEDI PIÙ BALESTRE MEDIEVALI

VEDI PIÙ ARMI MEDIEVALI

I vestiti medievali che non passano mai di moda

I vestiti medievali non passeranno mai di moda anche se è certo che ci sono delle tendenze anche in questo settore. I vesiti medievali può richiesti, senza dubbio, sono quelli templari.

Camisa medieval Enrico - I vestiti medievali che non passano mai di moda

Il vestito medievale si può complementare perfettamente con nuovi prodotti come borse o cinture e maglie in tela tipo fina cotta di maglia con rifiniture argentate o dorate.

Vestito medievale da donna modello Munia - I vestiti medievali che non passano mai di moda

In quanto ai vestiti destinati al loro uso in feste medievali non possiamo tralasciare quelli di taglio rinascimentale ideali per matrimoni medievali, molto di moda ultimamente.

Vestido medieval otoño Ava - I vestiti medievali che non passano mai di moda

La moda medievale da donna non è da meno e tra i vestiti più eleganti per andare alle feste medievali troviamo proposte come quella del vestito da dama così come altri più semplici però non meno attrattivi, come il vestito da dama templare.

Vestido medieval Karen marrón - I vestiti medievali che non passano mai di moda

Anche se sembra sorprendente questo mercato è in continuo cambiamento e anche se non passa di moda, troviamo sempre nuovi modelli nel mercato.

Vestido medieval Isolde - I vestiti medievali che non passano mai di moda

VEDI VESTITI MEDIEVALI PER UOMO, DONNA, BAMBINI

VEDI ACCESSORI PER VESTITI MEDIEVALI

Scudi medievali

Possiamo definire uno scudo come qualsiasi oggetto che possiamo interporre tra noi e l’opponente e che ci permette di proteggerci. Gli scudi si conoscevano già da 3000 anni prima della nascita di Cristo e il suo uso si estese in Europa fino al secolo XVII, quando con la nascita delle armi da fuoco persero la loro utilità.

Escudo medieval del Cid Campeador en madera decorada 433x433 custom - Scudi medievali

In principio erano fatti in materiali come il legno o vimini intrecciato, dipendendo dalla protezione che si voleva offrire al guerriero. I materiali di produzione erano dettati soprattutto dai cambi tecnologici nell’armamento e dalle tattiche militari. Gli scudi degli eserciti organizzati di solito avevano una parte esterna che rivestiva lo scudo, almeno nella sua parte esterna e che apportava maggior resistenza.

Imagen 14 - Scudi medievali

Questo strato esterno che poteva essere di lino, cuoio o bronzo, secondo le necessità e l’armamento del rivale. Nel Medioevo gli scudi in principio erano rotondi e di legno, però con il tempo presero forma di mandorla dopo l’influenza normanna, ed avevano una punta per poterli piantare nella terra quando le truppe erano ferme.

ESCUDO CON FLOR DE LIS - Scudi medievali

Gli scudi erano ricoperti di pelle e di emblemi dipinti, che posteriormente daranno origine all’araldica. Con l’evoluzione dell’armatura dei cavalieri è cambiato il design e le dimensione degli scudi. Gli scudi si fecero sempre più piccoli e ispirarono gli scudi araldici.

Erano elaborati con varie lamine di legno con una leggera curvatura nella zona rappresentativa.

Imagen 21 - Scudi medievali

Si diedero forme differenti agli scudi per adattarli a tutte le possibili necessità che potevano sorgere. Tra queste possiamo parlare di un modello di scudo per i cavalieri, che includeva un taglio nella parte superiore dello scudo per appoggiare la lancia e per poterla guidare meglio, e si poteva usare in giostre o in battaglia. C’era anche un modello di scudo che si piantava nel suolo per proteggere i balestrieri, visto che non potevano utilizzare le mani per reggerlo, e dovevano reggere la balestra e ricaricarla.

Escudo Templario 402x450 - Scudi medievali

Con il tempo alcuni cavalieri fortemente corazzati dalla testa ai piedi rinunciavano agli scudi per migliorare la loro mobilità o poter usare due armi in battaglia.

escudo templario 405x405 custom - Scudi medievali

Altri soldati dell’epoca optarono per uno scudo più piccolo di circa 20-40cm e di metallo; questo leggero scudo non gli offriva una grande protezione contro i proiettili però offriva un buon risultato nel corpo a corpo, ed oltre a questo, si poteva portare nella cintura con comodità.

escudo templario1 - Scudi medievali

VEDI PIÙ SCUDI MEDIEVALI

VEDI TUTTI I TIPI DI SCUDI STORICI