Repplica di pistole antiche da duello

Dal secolo XV fino alla metà del XX nelle società occidentali il duello era un tipo di combattimento utilizzato dai cavalieri, che utilizzavano armi mortali d’accordo con regole esplicite o implicite che rispettavano l’onore dei contendenti, accompagnati da padrini, che a loro volta potevano sfidarsi. Alla metà del XX secolo, il duello fu considerato un atto illegale (assassinio di primo e secondo grado) nella maggior parte dei paesi. La maggiorparte di noi conosce questi duelli per mezzo dei film del cinema o della televisione.

RÉPLICA DECORATIVA SET 2 PISTOLAS DE DUELO DE PERCUSIÓN SIGLO XVIII 481x490 custom - Repplica di pistole antiche da duello

Il duello si eseguiva per volontà di una delle due parti -lo sfidante- per sanare un insulto all’onore. L’obbiettivo generale non era uccidere all’opponente, ma arrivare ad essere “soddisfatto”, riconquistando il proprio onore mettendo in gioco la propria vita per difenderlo. I partecipanti di un duello ben organizzato non erano dei fuorilegge, e se lo erano, non erano di certo incarcerati per fare un duello. Si consideravano cavalieri (aristocratici e ricchi) le persone che si considerava avessero un onore da difendere, per questo di solito facevano parte della casta più alta.

SET 2 PISTOLAS DE DUELO ACABADOS EN LATÓN 450x415 - Repplica di pistole antiche da duelloSe un cavaliere era insultato da qualcuno della classe bassa, egli non lo sfidava a duello ma gli infliggeva una punizione fisica o incaricava ai suoi servi di farlo. In alcuni paesi, specialmente di origine anglosassone, la sfida si realizzava pubblicamente con un colpo di guanto nella faccia dell’opponente o si lasciava cadere il guanto ai piedi dello sfidato e se lo raccoglieva accettava la sfida. Da qui nacque il detto “raccolse la sfida” per indicare la persona che risponde alla provocazione di un’altra.

SET PISTOLAS DE DUELO ACABADOS EN LATÓN 450x445 - Repplica di pistole antiche da duello

Nei duelli di pistole, ogni parte doveva scegliere un rappresentante fidato (padrino) che avrebbe accordato il posto del “campo d’onore”, la cui principale caratteristica era quella di essere isolato per evitare interruzioni. Il padrino, che giocava il rulo di testimone fedele, doveva verificare le armi, le regole e nel caso in cui il suo rappresentato morisse, doveva incaricarsi di riportare il corpo ai familiari e riportare il fatto alle autorità. Per questo, i duelli di solito si effettuavano all’alba. Era responsabilità delle due parti di controllare che le armi fossero uguali e che il duello risultasse giusto.

La produzione di reppliche di pistole da duello è un lavoro artigianale molto dettagliato, comela preparazione della stessa cassa da duello. Il fabbricante coordina, regola e rifinisce la repplica della pistola da duello: bluitura, molle, incisioni, microfusione di alcune parti e meccanismo della canna (fresa e tornito dell’esterno).

VEDI PIÙ REPPLICHE ANTICHE DI PISTOLE DA DUELLO

VEDI PIÙ REPPLICHE DI ARMI DA FUOCO ANTICHE

Scudi Vichinghi

Lo scudo vichingo era leggero, con una grandezza adeguata per coprire il torso e un sistema di presa che gli dava una maggior maneggevolezza. Il guerriero vichingo utilizzava grandi pezzi rotondi di legno come scudo, che si fissava nella parte posteriore al braccio con delle strisce di ferro.

Escudo vikingo de madera - Scudi Vichinghi

Nella parte frontale, di solito, presentava tre strisce di ferro e nella parte posteriore un manico di ferro fissato da chiodi.

Escudo vikingo parte trasera - Scudi Vichinghi

Alcuni scudi vichinghi hanno segni di colore (pigmenti minerali macinati in una base di olio) nella parte superficiale del legno, per decorare lo scudo.

Escudo Vikingo madera - Scudi Vichinghi

Le sue misure erano perfette per le misure corporali del guerriero e il suo stile di lotta. Uno scudo ha bisogno di essere sufficientemente grande per dare la protezione desiderata, però non deve essere troppo grande.

ESCUDO VIKINGO FUNCIONAL 450x422 - Scudi Vichinghi

Uno scudo troppo piccolo da troppe opzioni all’attaccante di colpire parti scoperte mentre uno scudo troppo grande ritarda le risposte difensive ai colpi dell’avversario e stanca moltissimo il guerriero.

Escudo Vikingo grifo nórdico - Scudi Vichinghi

VEDI PIÙ SCUDI VICHINGHI

VEDI ALTRI SCUDI STORICI

Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

Il personaggio storico e leggendario Don Rodrigo Dias de Vivar, conosciuto come el Cid Campeador, è patrimonio universale della cultura, letteratura e arte. Nacque nella metà del XI secolo; non c’è una data precisa, tra il 1041 e il 1057, e il luogo di nascita è a Vivar del Cid, a 10Km da Burgos. Morì a Valencia nell’anno 1099.

Espada Colada Cid - Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

Fu il cavaliere cristiano che arrivò a dominare, capeggiando le sue truppe, il Levante della penisola iberica alla fine del XI secolo in forma autonoma rispetto all’autorità di qualsiasi Re. Arrivò a conquistare Valencia e stabilì in questa città un principato indipendente dal 17 Giugno 1094 fino alla sua morte. Sua moglie Jimena Diaz lo ereditò e lo mantenne fino al 1102.

ESPADA TIZONA CID EN ORO - Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

Si tratta di una figura storica e leggendaria della Riconquista, la cui vita ispirò uno dei più grandi racconti della letteratura spagnola, “el Cantar de mio Cid”. È passato alla storia come “el Campeador” o “el Cid”. Il soprannome di Cid lo usarono i loro coetanei saragozzani e valenciani come simbolo di onore e rispetto. In quanto alla combinazione “Cid Campeador”, si documenta dal 1200 nel territorio navarro-aragonese con el Linaje de Rodrigo Diaz che forma parte della Liber Regum (sotto la denominazione “mio Cit el Campiador”), e nel “el Cantar de mio Cid”.

Charlton Heston - Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

Nel 1961 uscì il film di “El Cid”, diretta da Anthony Mann e protagonizzata da Sophia Loren, come Jimena la sposa del Cid e da Charlton Heston come el Cid. Si tratta di una superproduzione storica di Samuel Bronston girata in Spagna. Il film presenta il Cid della leggenda con alcuni acronismi nell’architettura, nell’armamento maschile e negli indumenti femminili.

Sophia Loren 339x450 - Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

Essendo un personaggio spagnolo di tante gesta e conquiste di terre, nell’immaginazione popolare è simbolo di virtù e coraggio. Per questo, le sue spade Tizona e Colada che simbolizzano la virtù e il coraggio con le quali bisogna vivere la vita, sono un orgoglio che si materializza in tutti i matrimoni e prime comunioni, visto che sono usate come il miglior regalo da fare al ragazzo che fa la prima comunione o agli sposi che si sposano.

DETALLE CALIZ PUÑO ESPADA PRIMERA COMUNIÓN 450x402 - Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

Si può dire che non c’è matrimonio ne prima comunione nella cultura spagnola, nella quale non si usi una spada Tizona o Colada per tagliare la torta che si prepara per gli invitati, ed è il miglior ricordo che si può tenere in futuro di quel fantastico giorno.

Puño espada Bodas con detalle de los novios 450x411 - Le spade del Cid Campeador usate in Matrimoni e Comunioni

VEDI SPADE DI NOZZE

VEDI SPADE DI COMUNIONI

VEDI ALTRE SPADE CEREMONIALI

VEDI ALTRE SPADE O SCUDI DEL CID CAMPEADOR